News da Roma

cerca la ricetta

 

25.000 RICETTE gratis
Termini da ricercare:

Dove fare la ricerca:

 

Municipio II°

VILLAGGIO OLIMPICO - PARIOLI - FLAMINIO  - SALARIO  - TRIESTE -NOMENTANO - SAN LORENZO

Prevenzione, è la parola d'ordine: Open Day contro l'ictus

L'appuntamento è per sabato 27 ottobre, dalle 10 alle 18 al Poliambulatorio Apollodoro di piazza Apollodoro 1. In quella sede si svolge la tappa conclusiva della campagna nazionale di Alice Italia Onlus per la prevenzione dell’ictus intitolata Riprenditi la vita, in occasione della Giornata mondiale dedicata a questa patologia prevista per il 29 ottobre.
L’evento gratuito è patrocinato dal Municipio Roma II e si rivolge a tutti i cittadini e alle famiglie del territorio per sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione dell’ictus cerebrale.
Durante la giornata è possibile sottoporsi a un semplice test di screening (questionario, misurazione di pressione arteriosa con apparecchio che rileva la presenza di fibrillazione atriale, glicemia e colesterolemia, eventuale ecocolordoppler alle carotidi) per ottenere consigli ed indicazioni sull’eventuale percorso terapeutico più opportuno da seguire.
Lo screening è disponibile solo su prenotazione, fino ad esaurimento posti, prenotando al numero 06 83751024.
L’iniziativa, inserita nei progetti di prevenzione sul territorio, non trascura un pizzico di leggerezza e divertimento: una squadra di caricaturisti sono pronti ad intrattenere in punta di matita, realizzando ritratti e caricature. 

 

DatAfrica, la mostra di Eni al MAXXI di Roma: luci e ombre del continente africano in cifre, tra mappe interattive e pannelli solari

Tra cent’anni, due persone su cinque saranno nate in Africa. E saranno giovani, perché il continente nero ospiterà la maggior parte dei ragazzi sotto i vent’anni: due milioni e mezzo, contro i 500mila previsti in Europa. I numeri da soli non bastano a raccontare un continente, ma sicuramente danno una fotografia precisa: questo è lo scopo di DatAfrica, mostra organizzata da Eni che racconta il futuro dell’Africa per istantanee successive, attraverso cifre e statistiche. Un allestimento visitabile fino al 4 novembre nel corner del MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo, in tandem con la mostra di arte contemporanea African Metropolis.
Una mostra senza foto, quadri o video, ma interamente costituita da grafici, mappe, diagrammi. Su una parete, un globo terrestre pulsa di luce blu e si trasforma sotto gli occhi degli spettatori. Il percorso si svolge in un ambiente raccolto, luminoso e interattivo. Un piccolo capolavoro di data visualization, cioè l’arte di “visualizzare” statistiche e percentuali, in modo che siano chiare al primo colpo d’occhio, per capire potenzialità e contraddizioni dell’Africa. Un continente sempre più giovane, con il maggiore tasso di crescita di popolazione, ma dove 89 milioni di bambini ancora non riescono a finire le scuole primarie. Un continente che corre verso l’urbanizzazione, sostenuto principalmente dal lavoro femminile. Un continente che ha più riserve di petrolio e gas degli Usa, ma dove, ancora oggi, una famiglia in Sierra Leone impiega 5 ore al giorno a cercare la legna per cucinare.
Per avere immediata percezione del divario tra Nord e Sud del mondo, basta premere un pulsante e un planisfero sulla parete ridisegna i confini dei continenti in base al Pil: l’Africa diventa una sagoma striminzita, con solo il 3% del Pil globale, nonostante ospiti il 17% della popolazione di tutto il mondo. Al centro della sala, tavoli luminosi che si attivano con un tocco della mano, mappe che si accendono e si colorano per mostrare l’aumento di popolazione dei vari continenti, ad esempio, o il tasso di persone che non hanno accesso all’acqua potabile. Il planisfero diventa blu, come l’acqua, e poi a chiazze, per mostrare che la ricchezza liquida è accessibile a più del 90% dei cittadini di America ed Europa e solo al 40% di quelli dell’Africa subsahariana, dove sei persone su dieci sono costrette a bere acqua contaminata.
Eni è presente in Africa dal 1954, e oggi opera in 15 Paesi (dall’Algeria al Sudafrica) usando quella conosciuta come la “Formula Mattei”, cioè riconoscendo i paesi produttori di energia come partner. L’obiettivo è fare da volano per le economie locali, trasferendo risorse e competenze: nei Paesi dov’è presente da più tempo, come Nigeria e Tunisia, oltre il 90% dei lavoratori sono assunti direttamente dalla comunità locale. Sulle pareti della mostra inoltre vengono presentate alcune delle iniziative benefiche di Eni, come il progetto Hinda, per portare acqua potabile nei villaggi del Congo o la scuola inaugurata in Mozambico, che garantisce l’istruzione primaria a circa duemila bambini. Ma c’è spazio anche per le start-up africane: un intero pannello è dedicato ai vincitori di Make In Africa, contest per scoprire e realizzare progetti sostenibili come il generatore portatile a energia solare di Prince Nana Kow Essel o l’impresa sociale Lono, che in Costa d’Avorio converte i rifiuti organici in gas e fertilizzanti, fornendo energia pulita.
“Clima ed energia sono i grandi fattori su cui ci giochiamo il futuro”, si legge su un grande pannello. Anche la multinazionale degli idrocarburi sa che bisogna ripensare il consumo energetico, limitando gli sprechi e puntando sulle rinnovabili. La prova? L’installazione all’ingresso del MAXXI: una struttura gialla di con pannelli solari luminescenti (LSC) realizzati in un materiale plastico trasparente con dei pannelli fotovoltaici inseriti lungo i bordi, che catturano la luce e la convertono in energia elettrica. Una tecnologia sviluppata da Eni Ray Plus che promette di rendere “smart” le nostre finestre.

Musica per Roma, 550 eventi e concerti

All'Auditorium rock, jazz, danza, teatro, festival e incontri
Più di 500 appuntamenti tra concerti, spettacoli, conferenze, incontri e 11 tra festival e rassegne: il cartellone messo a punto dalla Fondazione Musica per Roma per la prossima stagione è un fuoco di fila di proposte studiate per accontentare i gusti di tutti i tipi di pubblico in ogni stagione. A fare la parte del leone, ovviamente, saranno i concerti con grandi star internazionali e italiane del rock, del pop, del jazz fino all'indie rock, alla musica per il cinema e ai lavori sperimentali. Ben Harper, Take That, Tribalistas, Morcheeba, Enrico Rava, Edoardo Bennato, Stefano Bollani, Max Gazzè, Giovanni Allevi, Mario Biondi, Nicola Piovani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, Giorgio Moroder, i Toto, Brad Mehldau, sono tra i pezzi forti del ricco calendario di concerti che avrà il suo culmine nell'ormai radicato Summer Festival. E ancora un festival tematico al mese, spettacoli di danza e teatro, lezioni di arte, rock, storia, matematica, filosofia, storia.

Roma, il cinema delle Provincie non chiude: piazza Bologna in festa

Il 'pidocchietto' resta aperto. La rivolta pacifica dei cittadini di piazza Bologna ha evitato la chiusura del cinema delle provincie, storica sala d'essai attiva a Roma dal 1984: da giovedì e venerdì la programmazione riprende con due film, 'Parigi a piedi nudi' e 'la casa sul mare'.
Lo stop alla programmazione era stato deciso nei primi giorni di ottobre dalla parrocchia di sant'ippolito a fronte della diminuzione del 25% delle presenze in sala, passate dalle 79.295. Del 2015 alle 58.198 Del 2017, e della perdita complessiva di 18.785 euro nel 2016 e di 29.687 euro nel 2017.
Troppo alti gli aumenti dei costi di noleggio delle pellicole e delle spese del personale per mandare avanti l'attività. Ma la mobilitazione del quartiere, sceso in massa giorni fa davanti la struttura, ha convinto don manlio asta a fare un nuovo tentativo. Alle centinaia di cittadini si è unito il municipio ii, che dal canto suo ha stanziato 20.000 euro per l'acquisto di abbonamenti destinati alle proiezioni mattutine per gli studenti delle scuole Fratelli Bandiera, Falcone Borsellino, Winckelmann e Tiburtina antica.
Rispetto al passato la programmazione sarà solo dal giovedì alla domenica, lasciando a disposizione la sala per le attività parrocchiali dal lunedì al mercoledì. Anche il costo del biglietto passerà dai 4 euro dei giorni feriali ai 5 del sabato e dei festivi. "Ora la sopravvivenza del cinema è affidata all'apprezzamento del pubblico, che passerà inevitabilmente per la presenza in sala, che viene resa possibile anche mediante l'acquisto di uno o più carnet che prevedranno un omaggio ogni 10 ingressi", ha detto don Manlio.
Sabato 20 e domenica 21 Novembre saranno proiettati 'Hotel Gagarin' e 'resta con me'. Da sabato 27 in programma anche film per i più piccoli con 'Hotel Transylvania 3'.

 

La conserva della neve, mostra mercato al Parco dei Daini

14, 15 e 16 settembre 2018
La conserva della neve torna anche quest’anno al Parco dei Daini di Villa Borghese.
La mostra-mercato florovivaistica si occupa di arte e architettura del paesaggio con l’obiettivo di far conoscere e diffondere il concetto di biofilia e biodiversità vegetale.
Ospita esclusivamente vivai da collezione scelti tra i migliori del panorama italiano ed europeo; personaggi internazionali tra artisti, studiosi e architetti del paesaggio; espositori che arrivano da tutto il mondo.
Si potranno acquistare piante, trovare tutte le novità del settore e scambiare informazioni difficilmente reperibili nei circuiti tradizionali.
Il programma è in continuo sviluppo: vi invitiamo a visitare il sito www.laconservadellaneve.it per eventuali aggiornamenti.