News da Roma

cerca la ricetta

 

25.000 RICETTE gratis
Termini da ricercare:

Dove fare la ricerca:

 

Municipio V°

TOR PIGNATTARA - CASILINO  - QUADRARO - GORDIANI - CENTOCELLE - TOR SAPIENZA - LA RUSTICA - TOR TRE TESTE

FestAm – Festival dell’Ambiente e della Cultura Municipio Roma V

Dal 14 al 23 dicembre 2018 si terrà in vari luoghi del Municipio Roma V, la seconda edizione di FestAm il Festival dell’Ambiente e della Cultura.
L’economia circolare sarà al l centro dell’edizione 2018 di FestAm, sostenuto dall’amministrazione del Municipio.
Proiezioni cinematografiche, laboratori con materiali di riciclo, presentazioni di libri, cori gospel nei parchi, il tutto finalizzato alla sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente, alla riduzione dei rifiuti, ad un sistema economico pianificato per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi, riducendo al massimo gli sprechi.

Nuova ciclabile periferia-centro. Sulla Prenestina, tra viale Togliatti e Porta Maggiore

In bici per quasi sei chilometri da Porta Maggiore a viale Palmiro Togliatti. Entro l’anno sarà bandita la gara per realizzare la nuova pista ciclabile su via Prenestina. 5,7 chilometri fino alla già esistente pista di viale Togliatti, lungo il territorio dei Municipi I, IV e V. Ultimata la gara d’appalto, i lavori inizieranno entro l’estate del 2019.
Il progetto esecutivo, consegnato al Dipartimento Mobilità e Trasporti nel giugno 2018, prevede una pista a unico senso di marcia, senza ricorso ad alcun cordolo o elemento fisico, in accordo con le indicazioni contenute nelle più recenti normative ministeriali. La pista sarà dotata di dispositivi retroriflettenti e di una “striscia di margine” a effetto sonoro. Il tracciato attraversa zone ora adibite alla sosta dei veicoli e si prevede l’inserimento della ciclabile tra il marciapiede e i posti auto, che saranno quindi spostati verso il centro della carreggiata.
“La nuova bike lane di via Prenestina andrà ad aggiungersi agli oltre 230 chilometri di piste ciclabili già presenti a Roma”, dichiara la sindaca Virginia Raggi. “Una volta completata, si ricongiungerà con la ciclabile Tuscolana fino ad arrivare al Quadraro. Il nostro obiettivo è far sì che i cittadini possano raggiungere le zone centrali della città, partendo dalla periferia, anche in bici. Per questo abbiamo scelto via Prenestina, una strada consolare di grande afflusso come via Nomentana e via Tuscolana, dove ad oggi sono in corso i lavori sulle due ciclabili”.
"La ciclabile di via Prenestina sarà un’altra opera al servizio dei cittadini”, spiega l’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo. “Con la riorganizzazione degli spazi sarà possibile anche regolarizzare il traffico, limitando il posteggio delle auto in doppia fila. La pista sarà dotata inoltre di dispositivi a effetto sonoro per segnalare immediatamente l’invasione della corsia ciclabile da parte degli autoveicoli”.
L’ampiezza della corsia riservata sarà di 1,5 metri, ridotta a un metro solo nel tratto del sottovia ferroviario e in corrispondenza della sede Atac lungo la Prenestina. Un’apposita segnaletica orizzontale e verticale sarà installata nelle aree di intersezione. Tra via Fanfulla da Lodi e largo Preneste, l’intervento prevede l’utilizzo della ciclabile esistente. Sullo stesso tratto, in direzione Porta Maggiore, rimarrà la pista sul marciapiede, mentre in direzione Palmiro Togliatti verrà realizzata, come per il resto del percorso, una bike lane tra marciapiede e auto in sosta.  Anche su viale Palmiro Togliatti è previsto l’inserimento della corsia ciclabile riservata tra marciapiede e stalli di sosta.

Scuola, manovre salvavita nei bambini. Aperte iscrizioni al corso per il personale

Un pomeriggio dedicato a conoscere le tecniche per effettuare manovre di disostruzione delle vie aeree nei lattanti e nei bambini, e imparare a prevenire pericoli e incidenti.
Attenzione e pochi gesti, ma quelli giusti, quelli che salvano una vita.
Compilando il modulo dedicato (vedi la locandina) è possibile per i dirigenti scolastici, le posizioni organizzative dei Servizi Educativi e Sociali (Poses), gli insegnanti e le educatrici degli asili nido, iscriversi al corso gratuito in calendario il prossimo 2 ottobre, dalle 17 alle 19, nella sala del Consiglio municipale di via G. Perlasca.  
L'appuntamento, tutto dedicato al personale scolastico, prevede l'iscrizione obbligatoria e il possesso del relativo coupon,  visto anche il numero limitato di posti a disposizione nella sala.
Realizzato dal Centro di formazione OasiLife di Salvamento Accademy, ente accreditato Ares 118, illustrerà gratuitamente, sia a livello teorico che pratico, le tecniche d’intervento.
L'iniziativa, con il patrocinio del Municipio V, ha l'obiettivo di divulgare  la cultura del soccorso e della sicurezza a tavola, informando e formando il personale scolastico ed educativo preposto sulle modalità di prevenzione e sul primo soccorso degli incidenti che si possono verificare in caso di soffocamento.
Alla fine del corso verrà rilasciato a tutti i presenti un attestato di partecipazione Bimbi Sicuri – Prevenzione degli incidenti in età pediatrica.

Alberi, dodicimila in arrivo. Nuovi boschi urbani a Centocelle e Tor Sapienza

In arrivo 12.000 nuovi alberi a Roma, piantati insieme a cittadini e associazioni per creare nuovi boschi urbani. Si inizia con Centocelle e Tor Sapienza. Domenica 19 novembre il Campidoglio con il suo Assessorato alla Sostenibilità Ambientale – in collaborazione con Municipi, associazioni, comitati e con i cittadini che vorranno aderire in queste settimane – metterà a dimora i nuovi alberi, tutti autoctoni (tipici dell’area romana). E la “piantumazione partecipata” esordisce creando polmoni verdi in periferia (al parco di Centocelle e a Tor Sapienza) e destinando una parte degli alberi ai Municipi VIII e X per rimboscare con circa 300 essenze le zone di Garbatella e di Ostia.
“È il primo passo di un grande progetto di forestazione urbana partecipata”, ha detto la sindaca Virginia Raggi. “Inizieremo  domenica 19 novembre per celebrare la Giornata Nazionale dell’Albero che si terrà martedì 21. Vogliamo prenderci cura del patrimonio arboreo di Roma non solo monitorando, potando e solo in casi di estrema necessità abbattendo le piante ammalate, ma soprattutto incrementandone il numero in modo significativo in tutta la città. La forestazione urbana è una delle misure necessarie per combattere i cambiamenti climatici e l’emergenza inquinamento”.
“Gli alberi che metteremo a dimora sono molti di più di quelli che dovranno essere purtroppo abbattuti nell'ambito delle operazioni di monitoraggio, iniziate lo scorso luglio, per mettere in sicurezza la città", spiega l’assessora Pinuccia Montanari (Sostenibilità Ambientale). “Dei primi 15.400 alberi monitorati,  infatti, solo il 3% dovrà essere abbattuto. Ciò significa che su un totale di 82.000 alberi controllati circa 2.400 saranno gli abbattimenti, mentre le nuove piantumazioni solo per quest’anno saranno già 12.000.  Il 19 novembre a Roma si svolgerà anche la domenica ecologica: le zone per la creazione dei due boschi partecipati sono esterne all’area con limitazioni del traffico e chi parteciperà alle piantumazioni potrà recarsi sui luoghi con i propri mezzi. Piantare 12.000 alberi sarà il modo migliore per festeggiare doppiamente la domenica ecologica”.
Oltre che a Roma, il 19 novembre saranno messi a dimora col metodo partecipato migliaia di nuovi alberi anche a Torino e Milano, passando per Reggio Emilia, Carrara e una quarantina di altre città. Sono circa 300 i volontari romani già reclutati che domenica 19, e le domeniche seguenti in caso di maltempo, pianteranno con tecnica 'forestale' piccoli alberi autoctoni, alti circa 80 centimetri.
L'invito sarà esteso ad associazioni, gruppi scout, parrocchie e ad ogni confessione religiosa. La “forestazione urbana” vuole essere un grande momento di partecipazione comunitaria per Roma e per il bene comune. Un’opera che trova ispirazione anche nelle parole dell’Enciclica Laudato Si' di Papa Francesco. Anche la sindaca Raggi, l’assessora Montanari, i consiglieri capitolini e dei Municipi parteciperanno alla messa a dimora degli alberi.
Il progetto verrà esteso ogni anno con nuove zone di forestazione urbana, andando a piantare entro il 2021 decine di migliaia di nuovi alberi su aree pubbliche a Roma, coprendo tutti i Municipi. La forestazione urbana, misura tra quelle necessarie per combattere i cambiamenti climatici, fa parte delle azioni portate avanti dai programmi ambientali delle Nazioni Unite. Ogni albero produce ossigeno per 2.5 esseri umani e può assorbire fino a 15 kg di CO2. E la “forestazione partecipata”, già sperimentata negli ultimi due anni in città come Reggio Emilia, Torino e Milano, aumenta la sensibilità dei cittadini e la loro coscienza ecologica, facendone parte attiva nei progetti per la propria comunità.


KARAWANFEST 2017, Il programma del cinema di Tor Pignattara

Torna a Giugno il Karawan Fest, il festival dei cinema sotto le stelle di Tor Pignattara.
“Illuminando le Paure nei cortili di Tor Pignattara” è il sottotitolo di questa edizione, che offrirà cinema da tutto il mondo.
Il Karawan Fest è caratterizzato da uno spirito “nomade”, proponendo proiezioni nei cortili del quartiere di Tor Pignattara e del Pigneto, ogni giorno in un posto diverso.
L’idea nasce da diverse esigenze: da una parte portare il cinema in un luogo dove il cinema non c’è, dall’altra di superare le paure sia del quartiere che della diversità illuminando i cortili e permettendo ai cittadini di viverli in maniera differente e gioiosa.
Il tema è la convivenza e l’incontro tra culture.
Lo spirito è il sorriso e il viaggio.
L’intento è ribaltare gli stereotipi.
Dal 6 all’11 Giugno si susseguiranno 8 film brillanti, drammatici, di formazione e documentari provenienti da tutto il mondo, con un’attenzione particolare ai registi emergenti.
I film saranno proettati in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

Ad arricchire il programma, ogni film sarà introdotto da performance artistiche a cura dell’Onlus Asinitas, con l’intento di far conoscere le realtà culturali della “piccola Babele “ di Tor Pignattara, e da Narramondi, un gruppo di giovani donne italiane e non nella veste di cantastorie.
Il programma di Karawanfest 2017
6 giugno
Cortile Biblioteca Goffredo Mameli, Pigneto.
Kingdom of Clay Subjects. Bangladesh. Opera prima del giovane regista bengalese Bijon in anteprima europea.
7 giugno
300 Worte Deutsch. In collaborazione col Goethe-Institut Rom. Sarà presente l’attrice protagonista Pegah Ferydoni. Casa delle Arti e del Gioco del Municipio V (Via Policastro 34)
8 Giugno
THE KID FROM THE BIG APPLE .
Di Jess Teong, Cina / Malesia .
In anteprima italiana presso il cortile della scuola elementare Grazia Deledda (V. Filarete 94)
9 Giugno
EASTERN BUSINESS di Igor Cobileanski, Romania.
Presso il cortile del condominio di via Tor Pignattara 29
10 Giugno
Patience, patience… Tu iras au paradis. Di Hadja Lahbib, Belgio.
In gemellaggio con il festival Cinema di Ringhiera di Milano.
Presso il cortile del Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca 6
11 Giugno
Largo Raffaele Pettazzoni.
Saranno proiettati due film dedicati al calcio, come luogo di condivisione e di spazio pubblico.
LA POLVERERA
di Manuela Borgetti, Maria Rosa Jijon, Sonia Maccari, Italia
JULES AND DOLORES (O ROUBO DA TAÇA)
di Caìto Ortiz, Brasile
Festa di chiusura presso Largo R. Pettazzoni (parco Giordano Sangalli)
Non mancherà una matinée conla scuole del quartiere, con il docufilm KINDERS
il programma completo di indirizzi e approfondimenti sul sito ufficiale del Festival.