News da Roma

Municipio X°

MALAFEDE - ACILIA - CASAL PALOCCO - OSTIA ANTICA - OSTIA - INFERNETTO - CENTRO GIANO - DRAGONA - DRAGONCELLO

Ostia, confiscati il porto, il Plinius e la spiaggia libera Hakuna Matata

Confiscati i beni per oltre mezzo miliardo di euro all’imprenditore Mauro Balini. Lo comunica la Guardia di Finanza: i militari del comando provinciale delle Fiamme gialle di Roma stanno eseguendo un decreto di confisca, emesso dal Tribunale-Sezione Misure di Prevenzione, di numerosi immobili, auto, società, conti bancari e crediti, per un valore complessivo di oltre mezzo miliardo di euro.
Destinatario del provvedimento l’imprenditore romano, operante nel settore turistico e immobiliare, già arrestato dalle Fiamme Gialle nel 2015 per associazione per delinquere finalizzata a fatti di bancarotta fraudolenta, riciclaggio, impiego di denaro di provenienza illecita e intestazione fittizia di beni, il cui principale centro di affari, secondo l’accusa, era il porto turistico di Ostia, oltre agli stabilimenti balneari Hakuna Matata e Plinius.
«Ultima spiaggia», spiegano le Fiamme Gialle, «costituisce l’epilogo di meticolose indagini patrimoniali, delegate dalla Direzione Distrettuale Antimafia capitolina agli specialisti del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, che hanno consentito di documentare come avesse accumulato un ingentissimo patrimonio in mancanza di fonti di reddito lecite tali da giustificare le proprie operazioni mobiliari e immobiliari, compiute avvalendosi di componenti del proprio nucleo familiare o di compiacenti ‘prestanome’. Inoltre, le attività investigative hanno permesso di accertare i rapporti tra Balini ed esponenti di organizzazioni malavitose egemoni sul litorale romano, come i clan Fasciani e Spada». Va sottolineato che nei confronti di Mauro Balini non è stata contestata la violazione dell’associazione criminale finalizzata ad attività mafiose ovvero l’articolo 416 bis del codice penale.
«Relazioni emerse, in particolare, – spiegano gli investigatori – con riguardo alla figura di Cleto Di Maria, narcotrafficante di elevato spessore criminale al quale aveva concesso a un prezzo irrisorio, attraverso una società assegnataria della relativa concessione demaniale, la gestione di un bar all’interno dello stabilimento balneare ‘Hakuna Matata’ e che, per suo conto, curava i servizi di sicurezza e vigilanza all’interno del porto turistico». Balini, secondo gli investigatori, «si era, inoltre, fatto carico di sostenere economicamente la famiglia del pregiudicato Roberto Giordani, meglio noto come ‘Cappottone’, durante la detenzione conseguente al tentato omicidio di Vito Triassi, commesso nel 2007, elargendo alla moglie di Giordani la somma di 5.000 euro mensili. Ancora, l’imprenditore aveva affidato a titolo gratuito a una cooperativa riferibile, tra gli altri, a Roberto Pergola, personaggio intraneo al clan Spada, come acclarato successivamente nel contesto dell’indagine ‘Eclissi’, la gestione del parcheggio interno al porto turistico».
L’evidente sproporzione tra le ricchezze possedute e i redditi dichiarati, insieme alla conclamata pericolosità sociale, aveva portato, tra luglio 2016 e ottobre 2017, al sequestro dei beni oggi confiscati. Il provvedimento in corso di esecuzione riguarda quote societarie, capitale e intero compendio aziendale di 15 società, operanti nel settore immobiliare, nella gestione di servizi e di stabilimenti balneari e nella ristorazione, cui sono riconducibili, tra l’altro, i circa 840 posti barca del porto turistico di Ostia; 897 unità immobiliari tra appartamenti, locali commerciali, box, posti auto e terreni a Roma e in provincia di Rieti; 7 auto e una moto; rapporti finanziari e crediti societari.

Ostia, al via programma di risanamento della rete fognaria

Parte il programma di risanamento della rete fognaria di Ostia. L’intervento di Acea Ato 2 prenderà il via da via Casana, dove da tempo si attendono lavori per ristabilire il normale funzionamento del collettore principale del quadrante e rendere di nuovo fruibile quel tratto di strada oggi interrotto.
Il progetto è stato illustrato nel corso di un incontro pubblico che si è tenuto nell’Istituto comprensivo internazionale di via delle Azzorre: presenti la sindaca di Roma Virginia Raggi, la presidente del Municipio X Giuliana Di Pillo e l’assessora capitolina alle Infrastrutture Margherita Gatta.
Sarà un intervento importante, su un tratto fognario peraltro non rientrante nella diretta gestione di Acea Ato 2 ma che la società ha preso in carico per risolvere il problema a beneficio della cittadinanza. La società investirà complessivamente oltre 2,8 milioni di euro per la messa in sicurezza del collettore fognario e delle relative derivazioni di utenza e di rete.
Il cronoprogramma delle attività prevede il completamento del progetto esecutivo e la validazione entro la fine dell’anno. Seguiranno l’espletamento della gara e quindi la realizzazione dell’opera che si stima di concludere nel maggio del 2020.
La condotta esistente sarà sostituita, per un tratto di circa 500 metri, con una nuova in cemento armato “vibrocompresso” ad alta resistenza. Si tratta, tuttavia, solo di un primo intervento. Ne seguiranno altri, con l’obiettivo di bonificare completamente la zona, il cui quadro idrogeologico risulta oggi molto complesso. Al termine dei lavori, Acea Ato 2 prenderà in carico la gestione della rete fognaria.
Ostia, l’intero Municipio X, il mare di Roma, stanno rinascendo. Da quando amministriamo questo territorio stiamo intervenendo per il suo risanamento, sia in termini di sicurezza e legalità termini che per quanto riguarda le infrastrutture e la manutenzione urbana. Siamo felici che, grazie alla collaborazione di Acea Ato 2, al lavoro del Municipio X e dell’assessorato capitolino alle Infrastrutture, possa partire il programma di risanamento della rete fognaria di questo importante municipio della Capitale. Interventi attesi, necessari e molto complessi, che andranno a beneficio di tutti i cittadini”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.
Ostia è il mare di Roma, un territorio importante su cui con il Dipartimento Simu stiamo svolgendo un importante lavoro di risanamento di tutte le infrastrutture presenti. Abbiamo in cantiere lavori sui collettori di acque fognarie, sulle strade, sui ponti e anche per risolvere il dissesto idrogeologico di questa zona. Questo è uno dei tanti lavori ma è tra i più importanti proprio perché la strada interessata, Via Casana, è particolarmente frequentata dai cittadini e per un tratto è stata chiusa a causa delle problematiche del collettore. Finalmente si inizia a intervenire, dopo un lungo lavoro di studio da parte di Acea Ato 2 che ha pianificato un preciso cronoprogramma dei lavori che richiederà circa due anni. I cittadini potranno seguire mese per mese i passi in avanti su questo cantiere e potranno, al termine dei lavori, riappropriarsi di questa strada”, dichiara l’assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta.
È stato un incontro importante perché i cittadini hanno potuto rendersi conto della situazione attuale e soprattutto essere informati sui tempi necessari per la risoluzione del problema. È una questione datata che gli interventi effettuati nel tempo non sono riusciti a risolvere in maniera definitiva e che ora Acea Ato 2 si impegna ad affrontare con un progetto complesso e innovativo” dichiara la presidente del Municipio X Giuliana Di Pillo.

Al via bus navetta Ostia-Ponte della Scafa

È pronto a partire dai primi giorni della prossima settimana il nuovo servizio Atac che collegherà Ostia con il ponte della Scafa, in coordinamento con le navette del Comune di Fiumicino.
“Abbiamo predisposto una nuova linea circolare che partirà dal Lido di Ostia fino al ponte della Scafa con frequenza ogni 30 minuti, a supporto delle navette del Comune di Fiumicino e dei mezzi Cotral. Roma Capitale è pronta a fare la sua parte per limitare al minimo i disagi ai tanti pendolari della zona, anche in vista della ripresa delle attività scolastiche”, sottolinea la sindaca Virginia Raggi.
“La nuova linea avrà 9 fermate compreso il capolinea e partirà da Ostia Lido", spiega l’assessore alla Città in Movimento Linda Meleo. "Saranno due autobus a disposizione del Municipio X e del Comune di Fiumicino per snellire il traffico di zona. Ricordo poi la scelta dell’amministrazione di sospendere la sperimentazione del viadotto della Magliana, decisa in accordo con il territorio, proprio per favorire i flussi di traffico nelle arterie primarie” .
lo stop alla sperimentazione sul viadotto della Magliana avrà l'obiettivo di fluidificare il traffico dopo la parziale riapertura del ponte che collega Ostia e Fiumicino.
L’Amministrazione capitolina ha predisposto la sospensione della sperimentazione del restringimento sul viadotto della Magliana, carreggiata A91 in direzione Roma, sulle rampe di accesso di via della Magliana e via Isacco Newton, per limitare i disagi ai pendolari accorciando i tempi di percorrenza.
A breve inizieranno i lavori di rimozione dei new jersey. Le operazioni si concluderanno nei prossimi giorni.

"Stopover Roma", un progetto di Alitalia che incentiva il turismo nella Capitale

L'iniziativa “Stopover Roma” di Alitalia, in collaborazione con Aeroporti di Roma, Federalberghi e Unindustria agevola i pernottamenti dei viaggiatori che fanno scalo a Fiumicino.
“Questo prodotto, pensato per i passeggeri internazionali che transitano in aeroporto prima di proseguire verso altre destinazioni, consente loro tariffe agevolate per trasformare un semplice scalo in un soggiorno vero e proprio presso strutture convenzionate. Un progetto - dichiara in una nota Adriano Meloni, assessore capitolino allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro - che abbiamo sostenuto con forza e determinazione, che già a partire da quest’anno porterà a Roma 90.000 pernottamenti in più. Crescita dell’indotto e ricadute positive sull’economia cittadina, nel segno di un turismo responsabile e di qualità, alimentato dal trend positivo degli hotel 5 stelle che hanno registrato un +5% di arrivi rispetto al 2017, e che quest’anno si arricchisce di 5 nuove strutture super lusso. La messa a sistema di tutte le risorse, dai voli di lungo raggio alla disponibilità delle nostre strutture ricettive favorisce infatti sinergie che impattano in maniera concreta sulle strutture ricettive, sui locali e sulle vie dello shopping, parallelamente all’aumento della fruizione dell’offerta culturale romana. Non solo: il brand Roma vanta oggi cifre importanti, che a loro volta influenzano positivamente il mercato dei voli. Un circolo virtuoso, questo, che fa di Roma un hub strategico, basti pensare che Fiumicino e Ciampino movimentano quasi 50 milioni di passeggeri all’anno. Roma si conferma la prima meta turistica italiana, con circa 15 milioni di turisti l’anno. Riflettori puntati però non sui grandi numeri, ma sulla qualità”.

Castel Fusano e Acque Rosse, nuova ordinanza. Divieto di accesso fino al 31/1/2018

Dopo gli incendi che hanno colpito, a luglio scorso, parte delle aree della pineta di Castel Fusano e della pineta delle Acque Rosse provocando la perdita di un ingente e prezioso patrimonio naturale della città, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato una nuova ordinanza che prevede il divieto di accesso per i pedoni ed i veicoli nelle aree interessate per altri tre mesi, fino al 31 gennaio 2018. 
Il provvedimento è finalizzato ad agevolare le operazioni, ancora in corso, di riduzione del rischio e messa in sicurezza dell’area con il taglio di arbusti, abbattimento delle piante e pulizia delle aree interessate dall’incendio. Per questo permane la necessità di adottare ogni iniziativa utile alla tutela dell’incolumità pubblica.
Nel contempo si sta avviando lo studio e la programmazione degli interventi di ricostituzione dell’ecosistema danneggiato dal fuoco.